dove c’e’ liberta’

Dove c’e’ liberta’, ti vorrei portare laggiu’
dove c’e’ umanita’, ti vorrei portare laggiu’
Prendi tutto quello a cui tieni di più’
metti tutto in valigia, non tornerai più’
Perche’ la liberta’ qui non torna più’
Questo mondo non sa più’ cosa sia la liberta’
Chi s’incolla ad un sipario, chi non sbarca più il lunario
Tutto cio’ in cui si crede di più’ è fare soldi x ottenere virtu’
Pero’ la liberta’ non tornera’ più
Non ci piace lo scenario, non c’e’ vita in un salario
Se non solo x comprare, sovrastare e consumare
Siamo tristi e te ne accorgi anche tu
Vorrei fare dei figli e l’amore di più
Ma in questa societa’, no non si puo’ più’
Dove c’e’ liberta’, ti vorrei portare laggiu’
Dove c’e’ umanita’, ti vorrei portare laggiu’
Prendi tutto quello a cui tieni di più’
metti tutto in valigia, non tornerai più’
Perche’ la liberta’, qui non torna più’
Ci han convinto che e’ normale non riuscire più’ a parlare
Non conoscere un profumo, non pensare più’ al futuro
E la morte ormai e’ diventata un tabu,
è la sola certezza ma non si puo’ più’
Dire la verita’ se e’ un po’ scomoda
dove c’e’ liberta’, ti vorrei portare laggiu’
dove c’e’ umanita’, ti vorrei portare laggiu’
dove c’e’ carita’, ti vorrei portare laggiu’
e la diversita’, ti vorrei portare laggiu’
Prendi tutto quello a cui tieni di più’
metti tutto in valigia, non tornerai più’
Perche’ la liberta’ qui non torna più’
dove c’e’ liberta’, ti vorrei portare laggiu’
Dove c’e’ verita’ sceglierai cio’ che vorrai tu
Questo mondo e’ caduto e ha le gambe all’insu
Se la massa si muove non crederle più’
su va la societa’ e io ti porto giu’

NOTE SUL BRANO:
“dove c’e’ libertà”, è un brano che parla di fuggire da un mondo privo di valori e quindi di libertà! Ho scritto questa canzone per una data che il nostro manager ha fissato a Vicenza per la festa di San Patrizio. Volevo sorprendere con un nuovo brano in stile irlandese, l’ho abbozzato a fine concerto, leggendo il testo dal leggio con un’ansia a mille, perché essendo una ritmica veloce, era davvero facile sbagliare le parole. E’ andata bene, nessun errore ma girava troppa birra perché si cogliesse che il testo avesse anche un significato pensato, e non proprio banale!

Durante le serate live in pasto a chiunque, quelle in cui siamo buttati in mezzo a della gente che non ci conosce e ci dà una considerazione intermittente, che il più delle volte ci sorprende venendosi a complimentare a fine serata, nei momenti in cui voglio attirare l’attenzione, sposto in scaletta “non ha nessun interesse per me”, dedicandola appunto a chi non ha affatto interesse per chi suona, bhé l’attenzione in effetti la si ottiene ma dopo bisogna però proporre qualcosa di trascinante, che catturi l’ascolto…e quindi poi è il momento di “dove c’é libertà”!

prove di “non ha nessun interesse per me”

Post navigation